Il Feis Ile 2010, guida all’uso

Il Feis Ile 2010, guida all’uso

Fonte Laphroaig.it


Ieri sono state aperte le vendite per le corse primaverili del traghetto verso Islay.
E’ giunto il momento di pianificare la visita al festival del prossimo anno.


Abbiamo già parlato del festival del whisky e della musica dell’isola di Islay, il Feis Ile.
E’ un appuntamento assolutamente da non perdere per qualsiasi appassionato di Laphroaig e dei whisky torbati dell’isola.

Il Feis Ile 2010 si svolgerà nel periodo 22-30 Maggio 2010.
Noi saremo presenti durante tutta la settimana.
E’ necessario programmare la partecipazione al Festival con congruo anticipo, è impensabile voler andare su Islay durante quella settimana senza aver prenotato il traghetto, la sistemazione alberghiera e gli eventi.

La sistemazione alberghiera

L’isola di Islay offre ben poche sistemazioni, per cui è necessario prenotare l’hotel o il B&B.
Normalmente i frequentatori assidui del Festival riconfermano la sistemazione anno su anno.
Quindi è molto probabile che le sistemazioni migliori siano già completamente assegnate, per queste si può solo sperare in una cancellazione.
Non affrontate il viaggio senza avere un letto perchè finireste col dormire in auto.
Trovate un elenco sulla ottima pagina http://accommodation.islayinfo.com.
I prezzi sono abbordabili, ci sono soluzioni per tutte le tasche, e spesso si trova più qualità in B&B da 35£ a notte che non in un hotel da 50-60£.
Verificate sempre che la camera abbia il bagno privato (en suite).

Il Traghetto

Se è pensabile passare un paio di notti in auto, questo diventa un po’ più difficile se si deve lasciare l’auto sulla terra ferma…
Peggio ancora se al rientro verso l’Italia si scopre che il traghetto è pieno e che si è costretti a perdere il volo.



Il traghetto verso Islay è piccolo ed è completamente prenotato per quasi tutta la settimana del Festival (soprattutto nei due weekend).
E’ impensabile pensare di godere a pieno il Festival senza auto.
L’isola è piccola ma non a dimensione di passeggiata; le distillerie più lontane distano tra loro quasi 50km e spesso ci si trova a percorrere questa strada più volte durante la giornata per tenere il passo di tutti gli eventi.
Il servizio taxi è assolutamente insufficiente per reggere l’onda d’urto del Festival e l’autobus ha corse non molte frequenti.

E’ possibile prenotare on-line il traghetto sul sito web di Caledonian MacBrayne.
La settimana del festival vede CalMac a servizio pieno. Ci sono 2 traghetti che allo stesso orario partono da Islay e dalla terra ferma (Kennacraig) e che si incontrano a metà strada. Le 4+4 corse giornaliere partono alle h. 7:00, 9:45, 13:00 e 18:00. Il viaggio dura 2h20′ e può far scalo a Port Ellen o a Port Askaig.
Per maggiori indicazioni su come raggiungere Islay è possibile consultare la nostra pagina Il viaggio verso Laphroaig.

Gli eventi




L’elenco degli eventi viene messo on-line sul sito del festival www.islayfestival.org, normalmente ad inizio Marzo.
Non esiste un sistema di prenotazione centralizzato, ma per ogni evento viene lasciato un riferimento telefonico o e-mail da contattare per formalizzare la prenotazione per ogni distilleria.
Per alcuni eventi è necessario pagare in anticipo, per altri bisogna lasciare a garanzia un numero di carta di credito.
La Scozia è diversa dall’Italia. Se un evento è indicato come iniziare alle h.10, è necessario presentarsi 15 minuti in anticipo per sbrigare tutte le pratiche. Normalmente viene impedito l’accesso alla degustazione se questa è già iniziata (anche se si è già pagato in anticipo).
Alcuni ristoranti organizzano whisky dinner durante la settimana, questi appuntamenti non finiscono nell’elenco degli eventi del Festival, per cui sarà mia cura segnalarveli non appena saranno confermati. Sono cene non molto economiche (70£, 80€), ma valgono sino all’ultimo centesimo.

Pranzi e cene

La colazione Scozzese è normalmente molto abbondante per cui il pranzo può essere sostituito da uno spuntino, da un sandwich preso al supermercato o dalla degustazione di qualche preziosità messa a disposizione dalle distillerie nei
loro Open Day.
Per la cena tutto si complica; innanzittutto gli orari sono diversi dai nostri (normalmente si cena dalle 18 alle 20), si arriva a fine giornata abbastanza stanchi e – così come per gli hotel – l'offerta è molto inferiore alla domanda per cui è molto bene prenotare.

Assolutamente da non perdere

Bruichladdich e Ardbeg Open Day
Le ostriche e l’agnello di Islay
L’isola di Jura ed i suoi cervi
La riserva RSPB di Loch Gruinart


Open Day previsti

Sulla base delle esperienze degli anni precedenti, elenco di seguito i Distillery Open Day previsti per il Feis Ile 2010:

Sabato 22 Lagavulin
Domenica 23 Bruichladdich
Lunedì 24 Caol Ila
Martedì 25 Laphroaig
Mercoledì 26 Bowmore + Isle of Jura
Giovedì 27 Kilchoman + Isle of Jura
Venerdì 28 Bunnahabhain
Sabato 29 Ardbeg

A titolo di esempio riportiamo il ricco dettaglio degli eventi del Feis Ile 2008.


Cosa aspettarsi

Per coloro che stanno pianificando di prendere parte al Feis Ile 2010, ecco una breve idea di quali eventi sono di solito svolti durante la settimana del festival.

Durante tutta la settimana, generalmente ogni sera, ci sono danze, céilidh ed eventi organizzati e tenuti dalla Islay Festival Association.
Durante i finesettimana ci sono ulteriori eventi.
C’è una gara di pesca con la mosca, che si svolge il Sabato prima del festival e durante i due Sabati pomeriggio del festival.
Ci sono gare di lancio della boccia di Domenica, e di golf presso il famoso campo di Machrie.
Ci sono passeggiate guidate e molte occasioni per sfuggire dal febbrile ritmo cittadino.

In contemporanea a tutti questi eventi ci sono gli Open Day delle distillerie, organizzati direttamente dalle distillerie e che promettono di far trascorre belle giornate.

Il Whisky Tasting Céilidh (di solito il Lunedì sera) dimostra di essere molto popolare e lo standard dei partecipanti alla competizione di degustazione è molto alto

Il Islay Festival Association è un ente di beneficenza registrato e si dedica alla promozione della cultura Gaelica sia per gli abitanti che per i visitatori.
Il principale obiettivo per il prossimo anno è quello di spostare l’attenzione verso i bambini delle isole, la prossima generazione che porterà avanti le tradizioni Gaeliche, sia le canzoni che la musica.

Fonte: www.islayfestival.org

 

ALTRI ARTICOLI

Comments

Leave a comment

Contact to Listing Owner

Captcha Code