Resoconto prima convention di SingleMaltWhisky.it (25/02/2012), I° parte

Resoconto prima convention di SingleMaltWhisky.it (25/02/2012), I° parte

Fonte Laphroaig.it


Sabato 25 Febbraio ci siamo ritrovati ad Ospitaletto per il primo meeting del forum SingleMaltWhisky.it, non solo per una fantastica degustazione.


Qualche giorno fa è nata l’idea di trasformare la degustazione di Ospitaletto nella prima convention ufficiale del forum www.singlemaltwhisky.it.
L’occasione era ghiotta, la gran parte dei “soci attivi” del forum sarebbe stata presente, ormai il forum aveva superato i 4000 messaggi, era sempre più attivo e visto che è uno spazio virtuale cosa di meglio dell’incontrarsi per conoscere di persona chi c’è dietro ogni
nickname?

Dedicheremo un articolo a questo nostro desiderio di avere un periodico meeting Italiano degli appassionati di Single Malt, per il momento accontentiamoci di aver dato vita al primo incontro, diciamo al numero zero.
Nella speranza che tra 10 anni ci ritroveremo ancora per festeggiare il primo importante anniversario.

Dopo la degustazione Ardbeg vs Laphroaig del 25/02/2011, esattamente ad un anno di distanza ci siamo ritrovati ad Ospitaletto per una nuova degustazione di malti Scozzesi.
Seguendo il successo dell’esperienza Friulana dell’Aprile 2011, anche in terra Bresciana abbiamo pensato di integrare il tasting di whisky con qualcosa di “locale”.

Ed essendo in terra Bresciana cosa c’è di più locale dello spumante del Franciacorta?
Gian Paolo, mente e logistica della fantastica giornata, ha organizzato una bella visita alle cantine Bellavista.



La bottaia di Bellavista



Le lunghe gallerie sotterranee dove maturano le bottiglie di Franciacorta



Il tasting di bollicine a fine tour

Diciamo subito che per chi è abituato a visitare distillerie Scozzesi, dove non si spostano le ragnatele perchè “si dice” che contribuiscano al sapore del Single Malt, le cantine Bellavista sono un’esperienza decisamente diversa.

Tutto pulito, chirurgicamente sterile, zero odori, anche la bottaia sembrava più un museo di legni che non un magazzino di botti di vino (l’impatto olfattivo di una warehouse whisky scozzese è decisamente diverso).
Una tour guide abbastanza rigida con degustazione finale di una sola tipologia di Franciacorta e shop chiuso per non so quale strano motivo.

Ma se contestualizziamo questa cantina in un territorio di aziende che lavorano il ferro e con un imprenditore edile come proprietario, se consideriamo il fatto che è nata 45 anni fa in pieno boom industriale quindi in tempi decisamenti più recenti rispetto alle distillerie Scozzesi, allora non possiamo stupirci del fatto che tutto sia diverso.

A parte questo, l’impatto che si ha entrando nei poderi Bellavista – a cominciare dal cancello d’ingresso – lascia decisamente a bocca aperta.
Spazi enormi, eleganza degli edifici e degli interni, comunque un buon attaccamento alla tradizione (forzatamente importata dallo Champagne visto che qui di vino spumante non se ne faceva prima) e soprattutto la meraviglia dei tunnel sotterranei, chilometri di cantine scavate sotto la collina dove attualmente maturano 6 milioni di bottiglie (!).

Il migliore “aperitivo” per la degustazione di whisky che si sarebbe tenuta poche ore dopo.
Il nostro gruppo – non ancora al completo – ha gradito molto!

Leggi anche il nostro Resoconto della prima convention di SingleMaltWhisky.it (25/02/2012), II° parte.



Qualcuno è ancora in strada per Ospitaletto ma il gruppo è già numeroso (foto di Tom)
 

ALTRI ARTICOLI

Comments

Leave a comment

Contact to Listing Owner

Captcha Code