Resoconto del St.Andrew’s Ball di Firenze (04/12/2010)

Resoconto del St.Andrew’s Ball di Firenze (04/12/2010)

Fonte Laphroaig.it


Pensare di organizzare una serata Scozzese in Italia è già un’impresa.
Riuscire poi a radunare 100 persone non è da tutti.


Ieri sera si è svolto l’atteso evento St.Andrew’s Ball a Firenze.
Michele Chiarini, il fiduciario delle locale Spiga Single Malt, non ci ha fatto mancare nulla.

Gli ingredienti ci sono stati tutti.
Primo le persone, oltre 100 appassionati, o semplicemente curiosi, di Scozia e di whisky.
Poi la cornamusa, abilmente suonata dal maestro Pietro Malaguti.
Quindi il re della tavola Scozzese, l’haggis, offerto anche in versione vegetariana per i non amanti delle interiora di pecora…
Infine i whisky, tre dram provenienti da tre delle poche distillerie rimaste ad effettuare il maltaggio tradizionale a pavimento.

La serata è stata molto piacevole perchè molto conviviale; ho avuto ulteriore conferma di quanti siano gli appassionati di Scozia, di Islay e di Laphroaig.
Dopo l’antipasto e lo Scotch-broth si è svolta la cerimonia del “Piping the Haggis”, haggis che abbiamo onorato (più volte…) versandoci sopra un dram di Laphroaig.
A seguire il dessert e la degustazione dei tre malti selezionati: il Balvenie 12 anni Double Wood, il Highland Park 18 anni ed il Laphroaig 18 anni.

Ci siamo quindi spostati in un’altra sala per dimostrare la nostra abilità da ballerini.
Seguendo le istruzioni di Michele Chiarini, ci si è scatenati in corse, saltelli, archi e passi di walzer … diciamo che l’importante è stato divertirsi.

Bravissimi! Lasciamo ora spazio a qualche fotografia.



Michele Chiarini dà il benvenuto alla serata


Il maestro Pietro Malaguti e la cornamusa Scozzese


100 persone per un incontro imperdibile


Il mio tavolo, quello con maggiore consumo di Laphroaig


I tre malti protagonisti della serata: Balvenie (Double Wood), Highland Park (18) e ovviamente Laphroaig (18)


Il maestro Malaguti introduce l’ultimo ospite…


…l’haggis, servito con fagiolini e purè di patate


Il momento più sexy della serata … no comment


Infine il suono della cornamusa apre le danze






 

ALTRI ARTICOLI

Comments

Leave a comment

Contact to Listing Owner

Captcha Code