Resoconto nostra degustazione Laphroaig a Cantù (07/05/10) /2

Resoconto nostra degustazione Laphroaig a Cantù (07/05/10) /2

Fonte Laphroaig.it


Proponiamo una rassegna fotografica della bella serata che ha visto Laphroaig protagonista.
E parliamo di Hell’s Smoke…


Attendere, prego…

  • Nostra serata Laphroaig a Cantù
  • Nostra serata Laphroaig a Cantù
  • Nostra serata Laphroaig a Cantù
  • Nostra serata Laphroaig a Cantù
  • Nostra serata Laphroaig a Cantù
  • Nostra serata Laphroaig a Cantù
  • Nostra serata Laphroaig a Cantù

Leggi informazioni su questa serata e le valutazioni medie dei 5 Laphroaig degustati dal nostro panel di appasionati su Resoconto nostra degustazione Laphroaig a Cantù (07/05/10) /1.

Durante l’aperitivo di benvenuto abbiamo proposto una miscela (abbiamo convenuto che chiamarlo cocktail sarebbe stato offensivo per la categoria) che abbiamo chiamato Hell’s Smoke, il fumo dell’inferno:

Hell’s Smoke

Succo d’Ananas   6 parti
Laphroaig 10 anni Cask Strength   1 parte
Succo d’Uva   1 parte
Succo di Melograno   1 parte
Nero di Seppia   1 parte

Abbiamo sciolto il nero di seppia in acqua calda, e in una bottiglia di Laphroaig abbiamo messo un quarto di Laphroaig 10 anni Cask Strength, un quarto di succo d’Uva, un quarto di succo di Melograno ed un quarto di nero di seppia.
Abbiamo preparato questo intruglio il giorno prima per lasciar modo agli ingredienti di smettere di fare a cazzotti e di amalgamarsi.
Nei bicchieri abbiamo preparato il succo d’Ananas e – solo al momento del servizio – abbiamo versato la dose di intruglio dalla bottiglia.
Il succo d’Ananas è giallo, l’intruglio ha un colore rosso carminio brillante, il risultato è un colore rosa torbido che ha ispirato il nome (oltre ovviamente al suo aroma).

Abbiamo chiesto ai nostri amici di indovinare gli ingredienti. Il Laphroaig ed il succo d’Ananas sono stati indovinati da tutti.
Il succo d’Uva e di Melograno sono stati interpretati come succo di frutti di bosco (ribes?!?), bene – quasi vicino.
Infine pochi hanno colto una nota marina di succo di pesce (come qualcuno ha detto) o di colatura di alici. Questo era il nero di seppia.
Bravi, per tutti in omaggio una mignon di Laphroaig personalizzata per la serata.

Per quanto riguarda il suo gusto, è stato un esperimento più utile per creare l’aroma di bocca necessario per affrontare la degustazione di Laphroaig che non per registrare un ulteriore (ed inutile) cocktail.
Più o meno non è piaciuto a nessuno…




Ecco la miscela che abbiamo proposto: Hell’s Smoke


La mignon di Laphroaig personalizzata, omaggio della serata


La tovaglietta della serata (omaggio che ci si porta a casa) con la prima foto che ho fatto alla distilleria


Plotone di bicchieri pronti ad accogliere il medicinale Single Malt


Aperitivo che ha accolto i partecipanti della serata al loro arrivo


La tavolata per i 20 partecipanti in stile castello Scozzese


Infine un ringranziamento ad Andrea Pesce ed ai 5 protagonisti della serata

Fotografie a cura di Igor.

 

ALTRI ARTICOLI

Comments

Leave a comment

Contact to Listing Owner

Captcha Code