La riserva naturale di Loch Gruinart

La riserva naturale di Loch Gruinart

Fonte Laphroaig.it


La parte Nord di Islay ospita il Loch Gruinart, un grande lago di marea con una incredibile varietà di animali selvatici, molti appartenenti a specie protette, e ospite di una delle più belle ed attive riserve della RSPB.




Loch Gruinart su Google Map (usate lo zoom – per vedere Islay)

Sì, è un lago di marea. Ad alta marea il bacino è completamente coperto da un sottile strato di acqua salmastra, sempre più dolce più si va verso Sud.
Durante la bassa marea il Loch Gruinart si trasforma in una vasta distesa di sabbia bianca con un fiumiciattolo di acqua dolce che la attraversa tutta da Sud verso Nord, come ben rappresentato nella mappa Google (interattiva) che riportiamo qui a lato.

Ed è ricca di molluschi che rimangono all’aria aperta e che trasformano questo lago in un grande buffet per le tante varietà di uccelli presenti sull’isola, un pranzetto che si ripete due volte al giorno – con ritmo regolato dalla natura.
La varietà di specie è davvero notevole e variabile stagione dopo stagione.

Gli uccelli più famosi e belli da vedere sono le oche selvatiche, di cui abbiamo già parlato.
Decine di migliaia di Barnacle e di White-fronted arrivano ogni anno dalla Groenlandia per trascorrere l’inverno in questo paradiso, trasformandolo in un posto vivace e molto molto chiassoso.

Ho più volte visitato la riserva, da solo o in gruppo come durante la nostra gita Slow Food del Maggio 2009.
La parte sud del Loch Gruinart è occupata dalla Riserva RSPB (la lega protezione uccelli Britannica). Non è un posto per ricercatori passivi, ma un area attiva che propone:

  • una vera e propria fattoria biologica sperimentale, che si sviluppa nella parte sud-occidentale del lago;
  • una meravigliosa sede didattica ove poter visionare filmati, fare dei giochi interattivi con i bambini, leggere libri ed osservare la natura grazie ad una comodissima postazione dotata di binocoli professionali;
  • un capanno di avvistamento, situato proprio nel mezzo della parte meridionale di Loch Gruinart, dove potersi appostare per osservare molto da vicino ed indisturbati la notevole biodiversità del luogo;
  • un percorso guidato nel bosco, dove poter osservare flora e fauna diversa rispetto a quella del lago, dominata da un coloratissimo sottobosco di bluebells (campanelle) e rifugio notturno e di riproduzione per gli uccelli che abitano la riserva;
  • un innovativo e nascosto sistema di fossati, argini e dighe – progettato da un abile ingegnere Olandese – che ha parzialmente trasformato la zona Sud da area paludosa ad area agricola, senza interferire con la natura (grazie ad un ingegnoso sistema di chiuse eventuali pesci o animali non rimangono mai intrappolati durante la bassa marea).



Le spettacolari spiagge bianche ad Ardnave point

Ma tutto questo non basta, Loch Gruinart non è solo la riserva RSPB.
Il lato Ovest del lago è occupato dalle meravigliose spiagge bianche di Ardnave, dove è possibile fare la camminata in riva al mare più bella e rilassante di Islay.
Le spiagge iniziano a Kilnave e culminano a Nord ad Ardnave Point – un’area occupata da una grande farm abitata da pecore e da numerosissimi e timidi coniglietti selvatici – e da cui è possibile vedere nelle giornata più limpide le isole che si trovano a Nord di Islay: la vicina Colonsay e la più lontana e montagnosa isola di Mull.
Per godere al meglio questa passeggiata, è necessario affrontate questa passeggiata durante la bassa marea (gli orari sono consultabili presso l’Ufficio Turismo di Bowmore, ma dopo due giorni passati sull’isola si entra automaticamente in simbiosi con la Luna).

La parte Est di Loch Gruinart offre un ambiente speculare al lato Ovest. Nella parte centro-Nord si trovano le belle spiagge bianche di Killinallan, che offrono una passeggiata un poco più complessa da raggiungere (bisogna attraversare dei campi fangosi) e come tale più selvaggia e solitaria.
La parte Nord di Killinallan (il Killinallan Point) prosegue verso Est verso Gortantaoid Point con una altrettanto bella spiaggia bianca che durante le fredde giornate invernali, essendo esposta verso Nord, è spesso ricoperta di uno strato bianco di brina.
Alle spalle di questa spiaggia si trova una meravigliosa area occupata da dune di sabbia e dalla fattoria di Gortantaoid.
Più a Sud, presso la fattoria di Craigens, si trova la Oyster Farm, il prezioso allevamento di ostriche dell’isola di Islay.

Quando camminate attorno a Loch Gruinart portatevi sempre un binocolo. Da Ardnave è possibile scrutare le spiagge di Killinallan – e viceversa.
Ma il meglio si può vedere a centro lago. Se si è fortunati, sulle lingue di spiaggia che si formano a bassa marea è possibile vedere colonie di uccelli, decine di foche distese a prendere il sole o – al tramonto – cervi in cerca di cibo.
Sono ricordi talmente intensi da poter essere difficilmente descritti a chi non li ha vissuti di persona.



Cheese … foto di gruppo alla fattoria Ardnave


Le gelide spiagge di Gortantaoid Point


Loch Gruinart in inverno, è mezzogiorno


Uccelli a centro Loch Gruinart a bassa marea


Locale allevamento di ostriche


Visitor centre della riserva RSPB


Avvistamento dal capanno della RSPB


Percorso naturalistico nel bosco

Contact to Listing Owner

Captcha Code