Lago Onega, Carelia

Dal diario di viaggio di Claudio Riva, whisky e dintorni


Lago Onega, Carelia, il secondo lago europeo per dimensione dopo il Ladoga, da cui si differenzia per lo stile decisamente più “finlandese”.

Ospita l’arcipelago Kizhi, patrimonio Unesco, un museo etnografico open air che ripercorre la storia della Carelia di fine XIX e inizio XX secolo. Sulle isole sono stati trasportati e ricostruiti 85 edifici di legno provenienti da aree diverse della Carelia, chiese, case padronali, fienili, mulini, che raccontano anche con laboratori interattivi come era la vita a queste latitudini oltre un secolo fa.

Lascia senza fiato la Chiesa della Transfigurazione (1714) costruita interamente in legno senza l’uso di chiodi, 37 metri di altezza, 22 cupole ricoperte di piastrelline di legno chiaro di pioppo che conferiscono una parvenza dorata.

Buon ferragosto.

In viaggio con Whisky Club Italia







Veloci appunti e qualche fotografia, importati da Facebook

Leggi su Facebook

Contact to Listing Owner

Captcha Code