Gli whisky stones

Gli whisky stones


Dal diario di viaggio di Claudio Riva, whisky e dintorni


30°C?!?!? Cosa di meglio per testare gli whisky stones, quei simpatici cubetti di pietra che si tengono in freezer pronti per l’uso? Idea tutto sommato geniale, raffreddano senza (apparentemente) alterare il sapore. E non c’è bisogno di pensare (due ore prima del suo “consumo”) a quale dram mettere in frigorifero … Veloce e efficace?!?!?
Il dram: scelta andata verso un high proof bello vivace, per capire in modo immediato il beneficio delle stones. Longrow Red Fresh Port Cask 11 yo, 51,8%.
Pur avendo usato ben tre cubetti in un bicchiere da degustazione di Whisky Club Italia (e non in un enorme tumbler), il risultato è piuttosto deludente, il beneficio dura davvero due minuti – non di più – poi la temperatura decolla a livelli insopportabili. Mah!?!?
Il capire se il gusto è stato contaminato diventa – a questo punto – un aspetto di secondaria importanza.




Veloci appunti e qualche fotografia, importati da Facebook

Leggi su Facebook


 

ALTRI ARTICOLI

Contact to Listing Owner

Captcha Code