Port Ellen

Port Ellen

La storia di Port Ellen è paradossale, quasi come quella del brutto anatroccolo che diventa cigno o come quella del pittore che diventa famoso solo durante la morte. Utilizzata per largo tempo solamente per i blended e non particolarmente nota per la qualità del prodotto, soprattutto, pare, a causa delle botti utilizzate, dopo la sua chiusura per essere totalmente dedicata al maltaggio, già presente dal 1973, è diventata oggetto di culto e di desiderio per i collezionisti. Pare che i dipendenti della distilleria, poco soddisfatti della qualità del malto, preferissero cedere le bottiglie che venivano date in omaggio per ottenere altro whisky da Lagavulin o Caol Ila.

L'unico imbottigliamento ufficiale rilasciato prima della chiusura è uno speciale fatto durante la visita della Regina nel 1980. Attualmente un imbottigliamento di Port Ellen è fisso nelle Special Releases e i prezzi aumentano ogni anno.

1825
Alexander Mackay fonda la distilleria Port Ellen
1836
John Ramsay la prende in gestione
1920
La famiglia Ramsay vende la distilleria al consorzio Port Ellen Distillery Co. (James Buchanan & Company con John Dewar & Sons)
1925
Subentra la Distillers Company Limited (DCL)
1930
La distilleria viene chiusa
1967
Dopo 37 anni la distilleria riapre
1973
Viene costruita la malteria di fianco alla distilleria, il tradizionale maltaggio a pavimento viene sostituito da quello più efficace a tamburo
1983
Port Ellen chiude definitivamente
2001
Viene rilasciata la prima Annual Release
Malt whisky
Islay
1825
chiusa
Diageo
No
Port Ellen, Isle of Islay, Argyll PA42 7AJ
Scotch whisky