Glen Mhor

Glen Mhor

Inverness aveva diverse distillerie e Glen Mhor, assieme a Glen Albyn, è stata una delle ultime superstiti, che ha resistito fino agli anni '80 ed è probabilmente quella che si è costruita la reputazione migliore. Proprio con Glen Albyn fu dello stesso proprietario, John Birnie, fino al 1972. È rimasta alimentata ad acqua sino agli anni '50 ed è stata la prima distilleria di malto scozzese ad installare un Saladin box (dal 1954 al 1980) per il maltaggio.

Se diciamo che fu chiusa nel 1983 non credo sorprenderemmo nessuno, pochi anni dopo fu demolita e al suo posto ora vi è un centro commerciale. Sorprende che la capitale delle Highlands non abbia una distilleria attiva, visto nell'ottica moderna del turismo del whisky sembra un controsenso.

Glen Mhor non ha mai rilasciato imbottigliamenti ufficiale finché non è stata inserita nella famosa serie Rare Malts. Le espressioni di imbottigliatori indipendenti sono tuttora molto apprezzate.

1890
John Birnie lascia la distilleria Glen Albyn
1892
Charles Mackinlay e John Birnie fondano la distilleria
1894
Si inizia a distillare
1920
La Glen Mhor acquista la distilleria Glen Albyn
1954
Viene installata una Saladin Box
1972
William Birnie, il figlio di John, vende Glen Mhor e Glen Albyn alla Distillers Company Limited (DCL)
1980
Viene dismesso il maltaggio
1983
La distilleria viene chiusa
1988
Gli edifici vengono demoliti e l'area convertita per uso commerciale (Co-op)
Malt whisky
Highland
1892
demolita
Diageo
No
Great North Road, Inverness, IV3 5LU (Co-Op Store)
Scotch whisky
Loch Ness
2
1
1