Craigellachie

Craigellachie

Il villaggio di Craigellachie, nel centro dello Speyside, è stato già dal XIX un importante centro per il commercio del whisky. Determinante la sua posizione geografica - a poche miglia da Dufftown, Rothes, Elgin e Aberlour - ed il fatto di essere servita dalle prime reti ferroviarie dello Speyside.

Ma solo nel 1891 si vede la nascita della prima distilleria. Peter Mackie, già proprietario di Lagavulin, dovette trovare nuovo approvvigionamento di whisky  malto per sostenere le crescenti vendite del suo blended White Horse e, insieme ad Alexander Edward, costruì la distilleria Craigellachie.

Progettata dal famoso Charles Doig, la distilleria fu costruita con quelli che allora erano i più moderni accorgimenti tecnici per produrre uno spirito più leggero ed adatto alla lunga maturazione. Mackie fu infatti uno dei principali sostenitori della maturazione in botte, passò tutta la sua vita a combattere contro le più economiche distillerie di grano e già nel 1909 lottò per far approvare la maturazione minima di 3 anni (legge approvata solo nel 1969).

Oggi Craigellachie, passata nel contempo nelle mani della Scottish Distillers Limited (DCL) e poi venduta alla John Dewar & Sons, è una distilleria che ha mantenuto un buon compromesso tra la tradizione e la modernità. I suoi 4 giganti alambicchi, ben visibili dalla strada grazie alle ampie vetrate della still house, producono annualmente oltre 4 milioni di litri di alcol, alcol che non matura sul posto visto che la distilleria non ha magazzini.

Ha conservato i tradizionali worm tubs, i vapori che fuoriescono dagli alambicchi sono raffreddati facendoli passare in una grossa serpentina immersa in tini pieni di acqua fredda. Queste consente allo spirito di conservare una nota sulfurea che arriva direttamente dalle materie prime e dalla distillazione.

Quasi il 100% della produzione di Craigellachie finisce nei blended di Dewar, ma nell'autunno del 2014 Bacardi Martini, il nuovo proprietario, ha annunciato il rilascio di 5 suoi single malts (13, 17, 19, 23 e 31 anni) all'interno della serie "The Last Great Malts of Scotland".

1891
Charles Doig costruisce una nuova distilleria nel villaggio di Craigellachie per Peter Mackie e Alexander Edward
1900
Edward vende le sue quote a Mackie, diveuto proprietario di White Horse Distillers
1927
White Horse viene acquistata dalla DCL
1964
Durante una ristrutturazione vengono aggiunti altri 2 alambicchi
1998
United Distillers vende Craigellachie - insieme ad Aberfeldy, Autmore e Royal Brackla - alla John Dewars & Sons
2014
Dewars lancia Craigellachie come single malt nella famiglia "The last great malts of Scotland"
Malt whisky
4.000.000
Speyside
1891
attiva
John Dewar & Sons (Bacardi)
No
www.craigellachie.com
+44 (0) 1340 872971
Aberlour, Banffshire AB38 9ST
Scotch whisky
Bacino Blue Hill
Lauter
Legno
8
4
2
2
Vapore