Condivisione

Dal diario di viaggio di Claudio Riva, whisky e dintorni


Ogni volta che si ha la fortuna, il piacere, di stare con altre persone si impara sempre qualcosa. Oggi capisco che un buon dram è come la grande Musica. Un dram banale ti dice tutto subito ed è paragonabile ad una canzonetta estiva, costruita per menti che non vogliono fare fatica. Un grande Dram è uno dei tre o quattro brani musicali che un artista riesce a comporre durante l’intera carriera. Sono quelli che rimangono nella memoria degli appassionati veri, sono quelli che quando li ascolti la prima volta ti chiedi “ma che cavolo è questa roba”, poi ti coinvolgono sempre di più, poi vedi apparire il messaggio che stava dietro anzi dentro, finché arrivi ad apprezzarli nella loro totalità. Impossibile che tutto questo avvenga con l’assaggio di una sample di 4cl in un contesto “freddo”, ogni tanto serve sapersi tuffare ed accettare il rischio di essere travolti dalla “passione”.
Grazie amici, anche per questo.




Veloci appunti e qualche fotografia, importati da Facebook

Leggi su Facebook

Contact to Listing Owner

Captcha Code